Attrezzatura per laboratorio di riparazioni

Attrezzatura per laboratorio di riparazioni

Per potere partire con un’attività di riparazioni ( smartphone o computer ) è necessario dotarsi di attrezzature adeguate. In questo articolo verrà elencata l’attrezzatura necessaria per avviare un laboratorio di riparazioni.

Strumenti manuali

I piccoli attrezzi sono insostituibili. Questi strumenti consentono di tagliare, avvitare, spelare i fili, tenere saldi i componenti, tanti compiti scontati ma non meno importanti. E’ necessario dotarsi dei seguenti attrezzi:

  1. Kit cacciaviti di precisione meglio se megnetizzati, semplificano molto la vita quando si ha a che fare con viti molto piccole. E’ importante, inoltre, utilizzare sempre il cacciavite di dimensioni appropriate per evitare di spanare la testa delle viti.
  2. Tronchesino, molto utile per eseguire tagli precisi di terminali dei componenti elettronici e molte altre operazioni.
  3. Set pinzette di precisione, meglio se con rivestimento elettrostatico dissipativo.
  4. Lente di ingrandimento o microscopio sono molto utili per individuare i codici dei componenti più piccoli e quando si eseguono saldature di precisione.
  5. Tools per apertura molto utili per lo smontaggio di smartphone tablet e notebook.

Strumenti di pulizia

Prima di operare su circuiti elettronici è bene verificare che siano puliti, impurità e polvere ne potrebbero compromettere il giusto funzionamento (ad esempio possono indebolire le saldature).

Di seguito un elenco di oggetti ideali per la pulizia di componenti elettronici.

  1. Bomboletta aria compressa per eliminare la polvere.
  2. Pulitore/sgrassatore contatti efficace soluzione per il lavaggio di tutti i contatti elettronici. Toglie lo sporco dovuto all’usura: grassi invecchiati, polveri, lanugini, ossido ed umidità. Favorisce la saldatura a stagno.

  3. Spazzolino a setola morbida per rimuovere, dopo aver spruzzato il pulisci contatti, residui di sporco (ad esempio dopo una saldatura per eliminare le tracce di flussante).

Strumenti per la saldatura di componenti elettronici

  1. Supporto PCB o terza mano (PCB Holder) che consente di tenere ben salda la scheda elettronica quando si eseguono operazioni su di essa (saldature, rimozione di componenti ecc..).
  2. Saldatore o stazione saldante indispensabile per saldare/dissaldare componenti.
  3. Flussante (flux) consente di togliere i residui di ossido presenti nel conduttore con cui viene in contatto lo stagno nel momento della sua fusione.
  4. Treccia dissaldante (solder wick) calza in rame per “aspirare” lo stagno in eccedenza o ripulire piazzole prima della saldatura.
  5. Spugna per la pulizia delle punte del saldatore.
  6. Rocchetto filo di stagno per saldatura.

Software gestionale per laboratori di riparazioni

Oltre all’attrezzatura un ruolo importante in un laboratorio di riparazioni è l’utilizzo di un software gestionale attraverso cui tenere traccia di tutti gli apparecchi in assistenza, oltre che delle anagrafiche dei clienti.

Per la tua sicurezza

Altri oggetti che è indispensabile possedere per lavorare con tranquillità:

  1. Occhiali protettivi per proteggere gli occhi dall’eventuale esplosione di componenti, gocce di stagno, schegge di vetro ecc..
  2. Braccile antistatico per evitare che scariche elettrostatiche possano danneggiare i componenti elettronici.
  3. Cassetta di pronto soccorso.

Share this post

Post Comment